COMITATO UNICO DI GARANZIA: VIA LIBERA AL REGOLAMENTO

QUARTA RIUNIONE IN DATA 29 NOV., CONCLUSO IL CONFRONTO INTERNO

Si è svolta in data 29 novembre u.s., presso il 1° Reparto di Segredifesa, la quarta riunione del “Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni” (CUG) in ambito Ministero Difesa, che è stata presieduta dalla dr.ssa Cristiana D’Agostino – Presidente del CUG – e alla quale per la nostra sigla sindacale ha partecipato la collega Maria Pia Bisogni, che ne è membro effettivo e che ha redatto queste brevi note informative per i colleghi interessati all’attività di questo importante organismo.

Al primo punto dell’ o.d.g., nel quadro della definitiva messa a punto del Regolamento interno, è stata affrontata l’ ultima questione rimasta ancora aperta e relativa alla formulazione dell’art. 13 sui rapporti tra il Comitato e gli altri Organismi istituzionali previsti dalla normativa e dai contratti collettivi di lavoro, con particolare riguardo alla natura dei rapporti che dovranno intercorrere con il/la Consigliere/a di Fiducia e con gli Sportelli di Ascolto per il Mobbing. Dopo ampia e articolata discussione tra i componenti presenti, si è pervenuti finalmente ad una formulazione condivisa, che prevede che il Comitato collabori con il/la Consigliere/a e svolga una funzione di “promozione e supporto” delle attività degli Sportelli di ascolto .

Dunque, dopo un confronto che ha occupato più sedute, si è finalmente arrivati nel corso della riunione del 29 u.s. alla definitiva messa a punto del Regolamento interno, passaggio questo assolutamente importante e preliminare all’avvio delle attività di competenza del Comitato, che nel suo testo finale verrà formalmente approvato nella prossima seduta.

Ora, ultimato questo necessario lavoro preliminare, si comincerà a entrare nel vivo dei diversi problemi aperti, e il primo atto sarà l’esame del “Codice di Condotta”, a suo tempo licenziato dal soppresso Comitato Mobbing e che ci risulta essere già stato positivamente vagliato dai diversi Organismi di vertice del Ministero, e che è ora approdato al tavolo del CUG per il definitivo parere, dopodichè dovrebbe essere adottato in via definitiva dalla Amministrazione Difesa. Ovviamente, terremo informati i colleghi interessati su tutti gli sviluppi successivi.

Le prossime attività dovrebbero riguardare questioni rimaste a tutt’oggi ancora aperte, e in particolare l’esame e la selezione delle candidature del/la Consigliere/a di Fiducia, che non è stato possibile portare a conclusione da parte dei precedenti Comitati (CPO e CPM), e questo allo scopo di chiudere rapidamente questa importantissima partita per assicurare anche nel nostro Ministero la presenza della figura istituzionalmente prevista per la trattazione di singoli casi, che allo stato dei fatti sono ancora privi di un punto di riferimento preciso e di tutela.

Rimane ancora sospesa la designazione del membro del CUG che assumerà l’incarico di Vice Presidente, che il Regolamento prevede sia designato dal Presidente e lo sostituisca in caso di assenza o impedimenti. Per quanto ci riguarda, rimaniamo convinti che sia opportuno che detta designazione venga operata nell’ambito della componente sindacale, atteso che la effettiva pariteticità dell’Organismo si misura anche attraverso scelte di questo tipo. In aggiunta, a nostro avviso, ci sarà anche da valutare se e quali interventi siano possibili rispetto ai riflessi negativi che le recenti manovre finanziarie hanno già prodotto o produrranno sul personale.

Infine, nel corso della stessa riunione del 29 u.s., si è proceduto alla scelta nominativa del membro CUG che parteciperà in veste di osservatore alle riunioni di contrattazione nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *