D.L.201: GLI ASPETTI D’INTERESSE DELLA DIFESA

CONCLUSO L’ESAME IN COMMISSIONE DIFESA DELLA CAMERA CON PARERE FAVOREVOLE.

La manovra finanziaria decisa dal Governo Monti è approdata in Commissione Difesa per l’esame delle parti d’interesse del nostro Ministero. In data 9 u.s., infatti, la Commissione Difesa della Camera dei Deputati, alla presenza del Sottosegretario Milone, ha esaminato il Decreto Legge 6.12.2011, n. 201 recante “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici”, esprimendo alla fine un parere favorevole accompagnato da due sole osservazioni (vds. il resoconto in allegato).

Va innanzitutto precisato che il D.L. in argomento presenta pochi punti di specifico interesse del Ministero Difesa, che tuttavia proviamo lo stesso a indicare ai colleghi che ci leggono:

1. “L’art. 6 abroga gli istituti dell’accertamento della dipendenza dell’infermità da causa di servizio, del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio, dell’equo indennizzo e della pensione privilegiata, ferma restando, invece, la tutela derivante dall’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali”. Avremo modo di ritornare sull’argomento per approfondirne gli effetti, per il momento ci limitiamo ad osservare che detta abrogazione colpirà i dipendenti civili della Difesa, ma non anche i militari, in quanto tutto il personale del “comparto sicurezza e Difesa” ne è stato escluso. Scelta, questa, che la Commissione ha giudicato in modo positivo in quanto trova “fondamento nella peculiarità dei compiti, degli obblighi e delle limitazioni personali che gravano sul personale militare”, ma che noi, invece, riteniamo non condivisibile in quanto, seguendo un copione già ampiamente sperimentato in passato, si restringono ancora una volta le tutele per i lavoratori pubblici ma si escludono i soliti noti. Noi capiremmo una differenziazione basata sull’impiego del personale, ma non possiamo accettare una logica di differenziazione a monte, basata sulle categorie d’appartenenza.

2. Mentre il Governo vara norme pesantissime in materia di previdenza che colpiscono anche i lavoratori pubblici (si veda il Notiziario FLP n. 75 del 12.12.2011), per il personale militare si opera il solito rinvio e si assume “la decisione di sottrarre il personale delle Forze armate dalle numerose e sostanziali modifiche alla normativa previdenziale disposte dall’articolo 24 del decreto legge in esame.”, prevedendo “l’adozione di un regolamento, da emanare entro il 30 giugno 2012, per l’armonizzazione dei requisiti di accesso ai regimi pensionistici e alle gestioni pensionistiche per il personale delle Forze armate, delle Forze di polizia ad ordinamento civile e dei vigili del fuoco….”

Anche su questa scelta del Governo, la valutazione positiva del relatore e un coro totale di si.

3. Terzo aspetto d’interesse della Difesa, la nuova disciplina per la valorizzazione degli immobili pubblici che, mentre attribuisce in generale il potere d’impulso a MEF – Agenzia del Demanio, introduce invece una disciplina derogatoria per quelli in uso al Ministero della difesa, affidando al nostro Ministero il compito di individuare la destinazione d’uso degli immobili ad esso in uso, e prevede che sia proprio la nostra Amministrazione ad essere il soggetto di interlocuzione per eventuali intese con gli organi di governo dei Comuni interessati e della Regione e della Provincia. Particolare non trascurabile e che potrebbe anche essere spia di un ripensamento, in materia di valorizzazione degli immobili della difesa le norme introdotte non prevedono alcun ruolo o apporto da parte della società “Difesa Servizi s.p.a.”.

4. Infine, il D.L 201 opera un’ulteriore proroga, fino al 31 dicembre 2012, degli stanziamenti finanziari destinati alle missioni internazionali di pace a cui l’Italia prende parte, fissando la messa in disponibilità delle necessarie risorse nella misura di 700 milioni di euro, che andranno a raddoppiare quelle già disposte per il primo semestre con la Legge di stabilità e dunque a copertura dell’intero anno.

Notdif148-15.12.11-allegato-DL201

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *