FIRMATA LA CONVENZIONE 2012-2014 TRA A.D. E A.I.D.

DAL MINISTRO ON. LA RUSSA E DAL D.G. DELL’AGENZIA ING. AIRAGHI IN DATA 8 NOVEMBRE U.S.

La Russa

Esattamente qualche giorno prima di lasciare l’incarico per le già preannunciate dimissioni del Governo di cui faceva parte, il Ministro La Russa ha sottoscritto in data 8 novembre u.s. insieme all’attuale Direttore Generale dell’Agenzia Industrie Difesa, ing. Marco Airaghi, la nuova convenzione triennale 2012-2014 che definisce gli obiettivi dell’Agenzia e regola i rapporti tra Amministrazione Difesa e Agenzia Industrie Difesa, alla quale, come è noto, fanno riferimento gli Stabilimenti militari Baiano di Spoleto (PG), di Castellammare di Stabia (NA), di Firenze, di Fontana Liri (FR) , di Gaeta (LT), di Messina, di Noceto (PM) e di Torre Annunziata (NA).

Tra gli obiettivi generali assegnati all’AID nella convenzione, figura prioritariamente il conseguimento della condizione di economica gestione (e cioè di operare con gestioni che non producano disavanzi), che in base a quanto disposto dal D.L. 30.12.2008, n. 207 (c.d “milleproroghe”), successivamente convertito dalla legge 27.02.2009, n. 14, doveva essere raggiunta entro il 31.12.2011 a pena di chiusura (art. 14, comma 2, del DPR 15.11.2000, n. 424 recante il Regolamento di Agenzia).

Come l’ AID ci aveva comunicato (vds. Notiziario n. 90 del 15.07.2011) in risposta ad una nostra sollecitazione, l’Agenzia aveva “attivato il Gabinetto del Ministro per una proroga dei termini di scadenza dell’Agenzia Industrie Difesa”, e la cosa si era tradotta nella proposta di una norma da inserire nella legge di stabilità 2012 che prevedeva la proroga dell’A.I.D. al 31.12.2015, e con essa la conferma a quella data dei contributi erogati dall’A.D. e dei contratti in essere (si vedano le ultime due pagine allegate).

Ma la proposta era stata bocciata dal Ministro Tremonti, ed infatti il testo finale della legge di stabilità (Legge 12.11.2011, n. 183) non reca alcuna disposizione al riguardo. È dunque probabile che, come già avvenuto nelle due precedenti circostanze, sia il consueto decreto legge di fine anno (c.d. “milleproroghe”) a disporre formalmente la nuova proroga. Va però detto che, da una parte l’avvenuta sottoscrizione della convenzione triennale 2012-2014 tra A.D. e A.I.D. che peraltro si inserisce nel contesto del piano di 12 anni che ci è stato illustrato dal D. G. nella riunione del 30 u.s. (si veda il nostro precedente Notiziario) e, dall’altra, la riconferma nell’incarico dell’ing. Airaghi per i prossimi tre anni che è già stata decisa dal nuovo Ministro Di Paola, in tutt’uno con i riconoscimenti venuti all’Agenzia  dalla Corte dei Conti nella sua relazione sul rendiconto generale dello Stato 2010 e alla sua osservazione circa la non convenienza attuale di chiudere gli Stabilimenti A.I.D., sono tutti segnali che depongono a favore del sicuro ottenimento di una nuova proroga, che noi auspichiamo comunque vada oltre i due anni.

Tornando ai contenuti della convenzione, tra gli obiettivi che dovranno concorrere al raggiungimento di quello primario legato all’economica gestione, vanno segnalati “l’incremento dei ricavi provenienti sia dalle forniture a terzi diversi dall’A.D sia dal mercato captive” (quello considerato esclusivo di una azienda) e la ricerca di “nuove linee produttive e nuove forniture di servizi, anche mediante forme di collaborazione, consortili e societarie…., nonché con il ricorso al project financing “.

Da segnalare ancora che, nel prossimo triennio, è prevista la realizzazione del “Polo del munizionamento” che interessa Baiano e Noceto e del “Centro di dematerializzazione archivi” che interessa invece Gaeta.

L’art. 4 è interamente dedicato alle regole di impiego e di gestione del personale civile, mentre il successivo art. 5 è dedicato al personale militare. Gli ultimi tre articoli riguardano invece i rapporti tra A.D. nelle sue diverse articolazioni e l’ Agenzia, e gli ultimi due quelli di carattere finanziario.

Allegato, copia della convenzione A.D.-A.I.D. 2012-2014 sottoscritta in data 8 novembre u.s.

Notdif142-02.12.11-allegato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *