INTERROMPIAMO LA PRESCRIZIONE PER AVERE LA POSSIBILITÀ DI RIPRENDERCI LA “TASSA SULLA MALATTIA”

Dopo la sentenza del Giudice di Livorno e la possibilità che si discuta a breve il ricorso presentato dalla FLP al Tar del Lazio, è necessario interrompere la prescrizione quinquennale per poter rivendicare il diritto alla ripetizione delle somme.

Lo avevamo detto da subito, allorquando il per fortuna ex-Ministro Brunetta varò il primo dei suoi decreti, il 112 del 2008, poi convertito nella legge 133/2008: ci sono numerosi profili di incostituzionalità, a partire da quello relativo alla “tassa sulla malattia”.

Sono infatti anni che ci battiamo, quasi solitari, contro una disposizione che penalizza chi ha la sfortuna di ammalarsi; questa era già contenuta nei contratti ma il Ministro Brunetta l’ha inasprita, prevedendo la decurtazione dell’indennità di amministrazione per i primi dieci giorni di malattia anche per malattie gravi che prevedono oltre 15 giorni di prognosi.

Sino ad ora non ci siamo riusciti in sede contrattuale per l’opposizione del governo ma anche del sindacato confederale, che evidentemente la ritiene giusta.

Il varo del Decreto Legge 112/2008 fu la famosa “goccia che fa traboccare il vaso” e che fece decidere la FLP a presentare un ricorso presso il TAR del Lazio sollevando eccezione di incostituzionalità. Il ricorso è pendente da tre anni e ormai i tempi sono maturi perché venga discusso (vedi Notiziario FLP n. 58 del 19 settembre 2011).

Nel frattempo però le nostre argomentazioni stanno trovando conferma: recentemente, infatti, il Giudice di Livorno ha accolto il ricorso di un gruppo di lavoratori e ha rinviato le carte alla Corte Costituzionale ravvisando la possibilità che la “tassa sulla malattia” sia incostituzionale.

Per questo, in attesa che sia discusso il ricorso presentato dalla FLP al Tar del Lazio e poiché la prescrizione del credito è quinquennale, riteniamo sia utile che tutti i lavoratori presentino un’istanza che interrompa la suddetta prescrizione per non perdere il diritto alla ripetizione delle somme da parte delle amministrazioni.

Per farlo è sufficiente, compilare l’allegato modulo e consegnarlo all’amministrazione dalla quale si dipende avendo cura di chiedere ricevuta che attesti la presentazione.

E poi sperare che ci sia un giudice che faccia giustizia. Un sindacato che la chiede c’è già e si chiama FLP!!!

Notflp7311-Allegato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *