IL MINISTERO INFRASTRUTTURE SOSPENDE LA “PERFORMANCE”

Notiziario FLP Difesa n. 17 del 06.02.2012

Il Ministro delle Infrastrutture Passera

Davvero una buona notizia per uscire dalle secche nelle quali ci ha precipitato la Direttiva Ministeriale del 23.12.2010 che ha recepito il sistema di misurazione e di valutazione della “performance individuale” messo a punto dal nostro Organismo di Valutazione (OIV), e che tanti problemi ha creato.

La buona notizia è questa: con nota del 2 febbraio u.s., il Ministero Infrastrutture e Trasporti, in considerazione “delle numerose richieste di chiarimenti pervenute circa le modalità applicative del sistema di valutazione del personale per l’anno 2011 ed alla luce di quanto condiviso nella riunione tenutasi con le organizzazioni sindacali”, ha comunicato a tutti gli Uffici che “in attesa di una nuova circolare che precisi alcuni aspetti del manuale operativo e fissi nuovi termini per i relativi adempimenti, il procedimento di valutazione attualmente in corso è momentaneamente sospeso”.

Un prima considerazione al riguardo. Nel Ministero delle Infrastrutture, come in quello della Difesa e come in quasi tutte le altre PP.AA., il sistema di misurazione e valutazione della performance individuale fortemente voluto dall’ex Ministro Brunetta ha mostrato tutte le sue macroscopiche crepe e l’insostenibilità dell’impianto di base, come la FLP ha peraltro sempre sostenuto. Ora se ne stanno accorgendo un po’ tutti, sia sul fronte interno alle Amministrazioni (ma non da ora…), sia molto più recentemente sullo stesso fronte sindacale, dove proprio in questi giorni di vigilia del voto per il rinnovo delle RSU vediamo vecchi estimatori di Brunetta e delle sue opere che molto precipitosamente abbandonano le vecchie posizioni di sostegno al fu Ministro della F.P. e altrettanto precipitosamente guadagnano posizioni più spendibili sindacalmente di fronte alla protesta e alla rabbia dei lavoratori.

Chi a suo tempo, tra le OO.SS., ebbe l’ardire e la faccia tosta di mandare in giro per gli Enti dei volantini di benvenuto (“Welcome to performance”, ne custodiamo gelosamente copia) e di firmare “Protocolli” e “Intese” con il Ministro Brunetta tese a rafforzare il sistema premiale recepito nel D. Lgs. 150 magnificandone i pretesi effetti positivi, oggi di colpo si va riciclando diventandone oppositore e addirittura avviando raccolte di firme per cancellare la “performance”. Miracoli delle elezioni RSU!

La FLP invece, molto più coerentemente, ha sostenuto sin dal primo apparire del D.Lgs. 150/2009 e del sistema meritocratico e premiale di Brunetta, una posizione di dissenso e di contrasto ponendo in essere più iniziative (scioperi; manifestazioni; ricorsi al TAR, etc.: l’archivio dei nostri Notiziari sono lì a dimostrarlo!) che purtroppo non hanno raggiunto l’obiettivo di spazzarlo via anche a causa del sostegno venuto da una parte delle OO.SS.. Che ora ritroviamo sullo nostre posizioni! Bene, meglio tardi che mai!

Comunque, al di là di ogni distinguo sindacale, permangono tutti i problemi legati alla gestione del sistema premiale di Brunetta, in particolare nella nostra Amministrazione, la cui complessa articolazione organizzativa e le condizione date sul fronte dell’impiego del personale, unite alla procedura macchinosa e lacunosa ideata da OIV Difesa e poi anche mal governata, hanno evidenziato notevoli criticità.

Occorreva prendere il toro per le corna e bloccare la procedura. Così purtroppo non è stato, per responsabilità del precedente Vertice politico e dell’OIV, che hanno detto no con la scusa che la sospensione fosse “tecnicamente impraticabile”. Oggi la decisione del Ministero delle Infrastrutture dimostra invece che quella strada può essere percorsa, seppure in via temporanea e nelle more di una soluzione definitiva. Proprio per questo, in previsione della riunione che avevamo richiesto e che è fissata per il 9 p.v., abbiamo inviato al Sottosegretario Magri la nota che alleghiamo al presente Notiziario.

(Giancarlo PITTELLI)

 Allegati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *