LA POLEMICA DEL SOTTUFFICIALE CONTRO FLP DIFESA

Notiziario FLP Difesa n. 19 del 08.02.2012 – 

Scuola SU de La Maddalena

E comparsa sul sito www.forzearmate.org una nota, con richiesta ai destinatari di pubblicazione (avvenuta) e di interessamento (non noto), dal titolo molto evocativo “Primo maresciallo: rimettiamo ancora in discussione il suo “ruolo”?” e a firma di tale A. Dipace, nella quale si condanna il “tentativo dei sindacati civili di demansionare il primo maresciallo” (sic!) e si polemizza in modo molto deciso contro “le proposte avanzate da alcune sigle sindacali tipo FLP DIFESA…” che si sarebbero “accanite contro il primo maresciallo (ex 7° livello bis) equiparato secondo questa tabella del 2002 al profilo C1 dei civili (ex. 7 livello) quest’ultimo assorbito secondo la nuova contrattazione dei civili CCNL 2006/2009 nell’area A3 dei funzionari amministrativi/tecnici di conseguenza anche il primo maresciallo poichè tutti i primi marescialli transitati in questi 10 anni sono stati posti in questa nuova area terza dei funzionari”. In allegato, il testo integrale della nota visibile sul sito sopra citato, che raccomandiamo di leggere tutta.

La polemica trae origine dalle considerazioni che avevamo espresso nel nostro Notiziario n. 9 del 18 gennaio u.s. a seguito dell’audizione da parte dell’avv. Di Palma, Presidente del gruppo di lavoro costituito con D.M. 21.12.2011, avvenuta il giorno prima e relativa alle problematiche da noi sollevate in merito al transito nei ruoli civili dei militari inidonei per motivi di salute, alla quali si era aggiunta, alla luce della L.183, la necessità di rivedere la tabella di equiparazione mil/civ ex D.I.M. del 18.04.2002.

Queste le valutazioni espresse da FLP DIFESA nel corso dell’audizione che hanno scatenato contro di noi il sottufficiale: “La nuova tabella di equiparazione dovrà essere unica, sia per i transiti per inidoneità ex D.I. 18.04.2002 sia per quelli conseguenti agli esuberi; l’ attuale tabella allegata al predetto decreto dovrà essere profondamente rivista alla luce delle previsioni del vigente CCNL e del nuovo NSC; in particolare, dovrà essere previsto l’inserimento di tutto il personale ex sottufficiale nell’area seconda (con l’attuale tabella si deborda pericolosamente verso la terza area), operando una necessaria differenziazione fra i profili di addetto e quello di assistente, prevedendo il transito nel profilo di addetto di coloro che provengono dai gradi di primo caporalmaggiore a caporalmaggiore scelto e il transito nel profilo di assistente dai gradi di sergente a quello di luogotenente; infine, per quanto riguarda il transito in area terza, lo stesso dovrà essere relativo al solo personale ex ufficiale”.

A queste nostre posizioni risponde stizzito il sottufficiale, e in modo rancoroso e sprezzante nei confronti di nostri colleghi bollati come “neo funzionari ex C1 (civili assunti per invalidità, per sentenza di mansioni superiori, etc) che rivendicano “la funzione”… civili senza diploma di laurea con poca esperienza introdotti in questa area A3 per contratto e non per merito o titolo…”, un linguaggio general-generico, liquidatorio ed offensivo che si commenta da sé e che non merita da parte nostra alcuna risposta.

A chi usa questi linguaggi, frutto di visioni artificiose e corporative, da autentica “guerra di religione”, e peraltro poco rispettose delle storie lavorative della Difesa, non riteniamo infatti di dover replicare, ancorchè di argomenti ne avremmo davvero a iosa, soprattutto per quanto attiene al capitolo “meriti e titoli” e a diversi profili in materia retributiva, premiale, di carriera, etc.. Il sottufficiale non deve dimenticare che viviamo anche noi nella Difesa e osserviamo attentamente quanto accade… Vogliamo approfondire l’argomento, soprattutto alla luce della necessità di contenimento della spesa pubblica?

Solo una considerazione conclusiva a beneficio del nostro poco attento lettore, al quale offriamo una chiave di lettura delle nostre posizioni: noi non ce l’abbiamo assolutamente né con il 1° maresciallo né con i colleghi militari, difendiamo solo il ruolo e la funzione dei civili, che è evidentemente ben altra cosa.!

(Giancarlo PITTELLI)

 Allegato: Allegato nota sottufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *