PERFORMANCE E TAGLIO ORGANICI: SE NE PARLERA’ IL 9 FEBBRAIO

Il giuramento del SSS Magri

Notiziario FLP Difesa n. 16 del 02.02.2012

Con una tempestività di cui diamo ampiamente atto, il Gabinetto del Ministro ha fissato per giovedì 9 febbraio p.v. l’incontro da noi richiesto per discutere di due questioni che ci stanno molto a cuore e che abbiamo recentemente portato all’attenzione dell’Amministrazione (convocazione allegata).

Come si ricorderà, con lettera del 20.01.2012 indirizzata al Ministro Di Paola e allegata al Notiziario n. 11 di pari data, questa O.S., dopo aver ricordato le proprie fortissime riserve, espresse sin dal primo momento, in merito all’impianto e alla gestibilità in ambito Difesa della Direttiva Ministeriale del 23.12.2010 sulla performance, e dopo aver ricordato il ripetuto rifiuto dell’allora vertice politico di sospenderne l’attuazione cosa questa che ci ha indotto a portare in giudizio l’Amministrazione di fronte al TAR Lazio (la prossima udienza è fissata per il 24 aprile p.v., poi si andrà in decisione), ha segnalato con viva preoccupazione al Ministro le molteplici problematiche che stanno emergendo in questi giorni negli Enti della Difesa in merito alla gestione della scheda di valutazione. E per questo FLP DIFESA ha chiesto una iniziativa di carattere politico finalizzata all’ottenimento di una deroga legislativa o comunque di un differimento dei termini di applicazione di cui al titolo III del D.Lgs. 150/2009, così come peraltro già richiesto e ottenuto da altre Amministrazioni Pubbliche. La rapidità della risposta del Gabinetto, verosimilmente segno di una responsabile presa d’atto della situazione di enorme difficoltà in cui si stanno dibattendo in questi giorni gli Enti Difesa e, vogliamo immaginare, anche di una disponibilità al confronto con il Sindacato per individuare soluzioni praticabili e percorribili, ci inducono ad un moderato ottimismo. Vedremo in riunione se gli esiti finali del confronto saranno pari alle attese della vigilia.

Il secondo argomento della convocazione riguarda la nuova riorganizzazione del Ministero della Difesa in attuazione delle disposizioni contenute nell’ art. 1, commi 3-5, della Legge 14.09.2012, n. 148 che hanno disposto la “riduzione degli Uffici dirigenziali di livello non generale e relative dotazioni organiche in misura non inferiore al 10% di quelli risultanti a seguito dell’applicazione del D.L.194/2009” e “la rideterminazione delle dotazioni organiche del personale non dirigenziale… apportando una ulteriore riduzione non inferiore al 10% della spesa complessiva risultante dalla applicazione del D.L. 194/2009”, a cui l’Amministrazione è chiamata ad ottemperare entro il 31 marzo p.v., pena il blocco delle assunzioni.

Nei giorni immediatamente successivi alla pubblicazione in G.U. della Legge 148, la nostra O.S., preoccupata dei possibili effetti in negativo che avrebbe potuto produrre sul personale il combinato disposto tra l’applicazione della norma sopra richiamata e altre due disposizioni contenute nella stessa legge 148 e che riguardano la mobilità, chiese un confronto urgente da effettuarsi però “nella fase di costruzione del provvedimento e dunque prima dell’assunzione delle relative scelte ….. evitando il riprodursi del solito e ritualistico confronto a provvedimento già di fatto confezionato..” (Notiziario n. 112 del 19.09.2011). Detta richiesta è stata peraltro ribadita anche nell’ incontro con il Sottosegretario Magri del 21.12.2011 (Notiziario n. 151 di pari data), atteso l’ulteriore elemento di preoccupazione innescato dalla riscrittura dell’ art. 33 del D.Lgs. 165/2001 di cui alla Legge di stabilità 2012 (esuberi, “cassa integrazione” e licenziabilità degli statali). Grande, pertanto, è stato il nostro disappunto nello scoprire che lo schema di DPR era stato già licenziato dall’Amministrazione e addirittura già adottato dal Consiglio dei Ministri senza alcun confronto con il Sindacato! Da qui, la nostra vibrata protesta e la richiesta di un incontro urgente, cui il Gabinetto ha dato ora pronto riscontro con la convocazione.

Ovviamente, daremo conto puntualmente dei contenuti e delle risultanze dell’incontro con l’A.D.

(Giancarlo PITTELLI)

 Allegato: Lettera di convocazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *