STUDIO S.M.D.: NOVEMILA MILITARI IN TRANSITO VERSO I RUOLI CIVILI!

Notiziario FLP Difesa n. 38 del 12.03.2012 – 

Il Capo di SMD, gen. Abrate

Siamo venuti in possesso della bozza di un importante e anche molto preoccupante documento elaborato dal 1° Reparto di Stato Maggiore Difesa (SMD)  che è frutto di uno studio di previsione sulle dinamiche di uscita-entrata nei ruoli civili e militari della Difesa, con l’occhio orientato agli obiettivi in materia di personale fissati dal progetto del Ministro Di Paola  sulla riduzione dello strumento militare finalizzata al riequilibrio, per questa via, degli squilibri attuali del nostro bilancio.

 Come si ricorderà, in data 16 febbraio u.s. scorso (nostro Notiziario n. 26 di pari data) il Ministro della Difesa, dopo averlo già fatto in  Consiglio Supremo di Difesa, Consiglio dei Ministri e Commissioni Difesa di Camera e Senato,  illustrò anche alle OO.SS. nazionali le linee guida del suo progetto di riduzione dello strumento militare (vds.  relazione allegata al nostro Notiziario n. 24 del 15.02.2012).

In estrema sintesi: il sistema Difesa è vicino al collasso a causa del corposo taglio di risorse avvenuto in questi anni (-30%);  occorre dunque procedere ad un ridimensionamento della struttura della Difesa e a consistenti tagli del personale  (43mila in totale in 10/12 anni, di cui 10mila civili e 33mila militari), in merito ai quali orientamenti la nostra O.S. espresse al Ministro in riunione le sue prime considerazioni.

Evidentemente, su questa strada, l’Amministrazione ha proseguito il proprio lavoro di messa a punto, e le relative risultanze, forse non ancora definitive ma certo estremamente illuminanti in merito ai percorsi che si intendono intraprendere, sono contenute in un documento datato 26 gennaio 2012 di Stato Maggiore Difesa – 1° Reparto che è apparso qualche giorno fa  su un sito web e che ad ogni buon conto alleghiamo in copia al presente Notiziario per l’utile conoscenza dei colleghi interessati.

Oggetto dello studio di SMD sono i percorsi da porre in essere per traguardare “la contrazione degli attuali organici della componente militare per attestarsi al valore pari a 151.000 militari” . Si parte dall’esame della situazione attuale di personale;  si analizzano poi gli aspetti finanziari con gli obiettivi finalizzati all’ abbattimento dei costi; infine, si affronta la parte relativa agli strumenti da utilizzare e che “potrebbero consentire di contrarre gli organici/costi ed anticipare temporalmente il conseguimento dell’obiettivo”.  Tra gli strumenti ipotizzati da SMD, una parte fondamentale la recita il passaggio in mobilità volontaria  nelle AA.PP. di personale militare  introdotto di recente con la legge 183/2011 (c.d. legge di stabilità 2012), in merito alla quale possibilità il documento sottolinea che “in ambito Difesa è stata elaborata una proposta di tabella di equiparazione tra personale militare e civile” , che induce a ritenere che il Gruppo di lavoro appositamente costituito e presieduto dall’avv. Di Palma,  ma senza alcuna presenza di componenti di parte sindacale come noi avevamo chiesto, ha concluso i suoi lavori, senza che alcuna informazione/confronto  siano stati offerti alle OO.SS., come pure l’A.D. si era impegnata.

Ebbene, nelle previsioni di SMD, una parte cospicua dei transiti verso le Pubbliche Amministrazioni dovrebbe interessare, pensate un po’, proprio l’ ”Amministrazione civile della Difesa”,  verso la quale, nel periodo di tempo ricompreso tra il 2013 e il 2032 e allo scopo di compensare gli esodi che porterebbero a regime la dotazione organica civile a soli 6.550 unità,  si ipotizzano transiti per ben 9.000 (dicesi: novemila) militari  (sottufficiali e ufficiali fino al grado di Ten. Col.).

A tal riguardo, evitiamo allo stato ogni commento in quanto siamo ancora di fronte a uno “studio”; pur tuttavia, nell’esprimere sin da ora una valutazione negativa su un’ipotesi del genere, abbiamo inviato in data odierna al Sottosegretario delegato dr. Magri la nota allegata con richiesta di incontro urgente.

(Giancarlo PITTELLI)

ALLEGATI:

  1. Lettera FLP DIFESA al Sottosegretario Magri
  2. Documento SMD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *