VIA LIBERA DELLA COMMISSIONE DIFESA DEL SENATO ALLA SOPPRESSIONE DI GENIODIFE E AL TAGLIO DEGLI ORGANICI CIVILI

Notiziario n. 82  del 13 giugno 2012 –

Il Capo SMD e il Segr. Gen. con il Presidente Napolitano

La Commissione Difesa del Senato ha espresso parere favorevole (vedi allegato) allo Schema di DPR  che recepisce il nuovo Regolamento di organizzazione del Ministero, che riporta anche i numeri  dei nuovi organici civili per ciascuna delle tre aree professionali. Va precisato che il parere riguarda l’A.S. 472, e non quello relativo alla riduzione dello strumento militare (A.S.3172), come qualcuno ha scritto.

Come si ricorderà, dopo i già intervenuti tagli determinati dal D.L. 112/2008  e dal  D.L. 194/2009, il D.L. 13.08.2011, n.138  (c.d. “manovra di ferragosto”) poi convertito nella L. 16.09.2011, n. 148 , all’ art. 1, commi 3-5, disponeva la “riduzione degli Uffici dirigenziali di livello non generale (minimo – 10%)…”  e “la rideterminazione delle dotazioni organiche del personale non dirigenziale… apportando una ulteriore riduzione non inferiore al 10% della spesa complessiva risultante dalla applicazione del D.L 194/2009” .

In attuazione di queste disposizioni, il predetto schema di DPR (testo in allegato) prevede in particolare la soppressione di GENIODIFE e il taglio di n. 1.636 posizioni organiche  in area 3^ e di ulteriori n. 1.385 in area 2^, e fissa le nuove dotazioni organiche del personale civile della Difesa nel numero di 30.283 (di cui n. 63 di area 1^, n. 26.590 di area 2^ e n. 3.630 di area 3^).  Ricordiamo ai colleghi che il  provvedimento in questione è  stato  oggetto di confronto con le OO.SS. nazionali nella riunione al Gabinetto del 9 feb. u.s.,  nella quale la nostra O.S. espresse le proprie valutazioni (si veda il Notiziario n. 21 di pari data).

Ovviamente, questo nuovo, terzo taglio delle dotazioni civili avrà come conseguenza la rideterminazione in riduzione delle dotazioni organiche sia dell’area tecnico amministrativa che dell’area tecnico-operativa. Per quanto ne sappiamo, con riferimento all’aerea tecncico-operativa, lo Stato Maggiore Difesa dovrebbe aver già definito la distribuzione dei contingenti tra le diverse Forze Armate fissandone i relativi numeri per le diverse aree professionali,  operazione questa che fa da battistrada alla rideterminazione delle dotazioni organiche dei singoli Comandi/Enti di ciascuna Forza Armata.  Come qualcuno ricorderà, proprio in ragione di questa importante scadenza, la nostra O.S. inviò al Gabinetto una nota in data 23 u.s. (vds. Notiziario n. 57 di pari data),  nella quale chiedevamo che, in ottemperanza alle norme contrattuali vigenti,  venissero avviati i tavoli di confronto, di livello nazionale e locale, a premessa del nuovo DPCM sulle dotazioni organiche.

Sul piano nazionale, per quanto riguarda la Marina, siamo a conoscenza che la riunione con le OO.SS. nazionali dovrebbe avvenire a breve, una volta messo a punto il quadro d’insieme derivante dalla ricognizione avviata con la circolare Maristat n. 10024261 del 3.04.2012 allegata al Notiziario n. 57;   per quanto attiene l’Aeronautica,  nel corso del recente incontro con lo SMA (Notiziario n. 76 del 30 u.s.) ci è stato fornito il dato nazionale e la F.A. si è impegnata ad avviare le consultazioni con le OO.SS; silenzio assordante, infine, per quanto riguarda l’Esercito, atteso che finora da SME non è arrivato alcun segnale nella direzione da noi richiesta, pur se ci giungono voci di studi e ipotesi di modifiche degli organici degli Enti di F.A.  Nella prossima riunione con il Sottosegretario, prevista a breve, riporremo il problema.

Con l’occasione, in risposta alle numerosissime richieste di chiarimento che ci sono pervenute, precisiamo  che il Decreto Ministeriale 16.01.2012, pubblicato da Persociv, non è  “la bozza di dotazione organica nazionale”,  come è stato connotato in un comunicato di alcune OO.SS.. Qualificarlo come tale, significa, con riferimento alla dotazione di area 1^ che si legge (n. 2101),  accreditare l’idea, già venuta a molti colleghi,  che l’A.D. riproponga il reintegro nella dotazione di area 1^ di tutto il personale effettivo. Non è così, atteso che quel DM attua solo la previsione contenuta nell’art. 1 comma 4, del D.L. 138/2011 (rideterminazione provvisoria degli organici sulla base delle consistenze effettive al 17 settembre 2011).

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1: Parere della Commissione Difesa Senato su A.S. 472

Allegato 2: Testo AS 472

Allegato 3: Decreto Ministeriale 16.01.2012

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *