Esercito Italiano: riordino area formazione e cambio dipendenza della Direzione di Amministrazione

Notiziario  n. 168 del 6 dicembre 2012 –

 Si è svolta oggi  una riunione tra FLP DIFESA e SME–RPGF- Ufficio OO.FF. che ha riguardato i riordini che indichiamo di seguito, e di cui alla scheda qui allegata e alle slides pubblicate nel nostro sito:

 Costituzione di un nuovo Comando – il COMFORDOT – collocato alle dirette dipendenze dello SME, che viene posto  al vertice del riconfigurato  e più unitario settore della Formazione, Specializzazione e Dottrina,  scelta questa conseguente  alle  disposizioni contenute nell’art. 11 della Legge 135/2012 (“spending review”)  che impone la riorganizzazione  delle scuole pubbliche di formazione. Dal COMFORDOT dipenderanno gli Istituti deputati alla formazione di base degli Ufficiali, dei Sottufficiali e dei Graduati e Militari di Truppa, e i Comandi/Scuole che svolgono l’addestramento di specializzazione a favore del citato personale. Questi i provvedimenti di riordino più importanti: la soppressione, entro il 31 dicembre 2014, del Comando Raggruppamento Unità Addestrative (RUA) di CAPUA con transito di competenze al 17° RAV “Acqui” di CAPUA, riorganizzato su 2 battaglioni e che diventerà il polo addestrativo più importante; il  transito di dipendenza, sempre entro la stessa data, del 17° RAV “Acqui” di CAPUA, dell’85° RAV “Verona” di MONTORIO VERONESE e del 235° RAV “Piceno” di ASCOLI PICENO dal RUA alla Scuola di Fanteria di CESANO.

 Transito di dipendenza della Direzione di Amministrazione dell’Esercito (DAE) di Firenze dal Comando Logistico all’Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa dell’EI (CRAEI) che comporterà la revisione delle tabelle organiche di SME, COMLOG e DAE, e la ridefinizione dei compiti di DAE e COMLOG – Dip. Commissariato anche per evitare possibili conflitti di competenza. Entro il 15 dic. p.v., la  Sz. Trattamento Economico Eventuale e accessorio della DAE passa alle dipendenze del Dipartimento di Commissariato, Uff. Logistico Amministrativo di ROMA; per il resto, viene mantenuto l’attuale assetto della DAE, ivi compresi i Nuclei di revisione di Napoli e di Padova.

Nel suo intervento, FLP DIFESA ha preso atto dei provvedimenti di cui sopra, che peraltro hanno scarso impatto sul personale civile.   La nostra O.S. ha comunque ribadito per l’ennesima volta la necessità che, per il futuro,  il coinvolgimento delle Forze Sociali avvenga non solo in termini di mera informazione successiva resa dalla Forza Armata a valle di decisioni già assunte e di scelte già operate, ma venga collocata a monte e  in tempi che consentano un effettivo  coinvolgimento delle OO.SS. e garantiscano alle stesse di fornire un contributo di idee e di proposte a seguito del confronto con il personale interessato. Una sollecitazione, questa, che la nostra O.S. e tutto il Sindacato ripropone ogni volta, ma rispetto alla quale non ci sembra che esista, allo stato, disponibilità della Forza Armata e consapevolezza del ruolo importante della Forze Sociali che rappresentano personale che è parte viva di questa Amministrazione.

Una sottovalutazione che è certamente figlia dei tempi che viviamo, ancora segnati dalle scelte distruttrici di Brunetta sul terreno delle relazioni sindacali, e  in linea con le attuali scelte del Ministro Di Paola che sta disegnando una pesantissima ristrutturazione della Difesa al netto di qualsiasi confronto effettivo con le OO.SS. . E la cosa ovviamente preoccupa,  se solo si pensa al pacchetto di provvedimenti già definiti da SMD e SGD, che attendono solo il varo oramai prossimo e certo della legge delega, salvo crisi di governo.

Anche in previsione di quello che verrà, la nostra O.S. ha sensibilizzato la F.A. in merito alla necessità, emersa a seguito delle risposte di Persociv  a quesiti di Enti, che venga rapidamente chiarito se le procedure di reimpiego previste dal C.C.N. Integrativo Difesa 6.097.2000 mantengano tuttora piena efficacia,  problema formalmente sollevato da FLP DIFESA con la nota allegata già inviata al SSS dr. Magri.

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1: Scheda informativa predisposta da SME-RPGF-OO.FF.

Allegato 2: Lettera al Sottosegretario alla Difesa dr. Gianluigi Magri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *