Cedolino unico: purtroppo, ancora problemi nelle buste paga di febbraio. Solo a marzo la normalizzazione, preannuncia lo SMD

Notizario n. 23 del 20 febbraio 2013 –

foto NoiPAIeri pomeriggio, a Palazzo Esercito, si è tenuta  la seconda riunione tecnica tra Stato Maggiore Difesa e OO.SS. nazionali sulle problematiche innescate dal transito al MEF della gestione degli stipendi del personale civile in servizio presso gli Enti dell’ area tecnico-operativa.  La riunione, a tavoli uniti, è stata presieduta dal Capo del 1° Reparto, gen. Franco Marsiglia, e doveva servirea fare un punto di situazione  a solo pochi giorni dalla pubblicazione dei cedolini e dagli accrediti degli stipendi di febbraio.

Diamo innanzitutto conto delle novità comunicata dall’Amministrazione:  verranno costituite presso la BDUS (Banca Dati Unica Stipendiale) delle “Sezioni di Forza Armata” che verranno accreditate presso il MEF e si interfacceranno direttamente con NoiPA quali “referenti accreditati e punti di contatto presso il MEF e per assicurare il corretto inserimento delle variazioni amministrative che il sistema NoiPA non può recepire attraverso il normale invio centralizzato dei flussi mensili” .  A nostro avviso, la novità potrebbe rappresentare una buona soluzione ai fini  della risoluzione dei problemi.   In aggiunta, come da noi richiesto nella riunione precedente, l’Amministrazione centrale “predisporrà una direttiva tecnico-amministrativa applicativa del sistema NoiPA, in collaborazione con il MEF, da diffondere in ambito Difesa per la gestione delle pratiche più ricorrenti”, tra le quali in primo luogo la gestione delle richieste di “piccolo prestito”  e i rapporti con i c.d “terzi creditori” che hanno determinato in queste settimane i maggiori problemi. Di entrambe le cose, SMD ha  già dato notizia agli SS.MM. e al Cdo Gen. Arma con circolare n. 11680 del 15.02.2013 che pubblichiamo di seguito. 

Sulle problematiche,  certo ben note ai colleghi,  legate alle  mancate o errate imputazioni di varie voci stipendiali e che hanno comportato negli stipendi di gennaio errori anche molto marcati, alcuni in difetto e altri in eccesso,  il gen. Marsiglia ha purtroppo confermato in sede di riunione quanto da noi già anticipato in precedenza, e cioè che anche le buste paga di febbraio conterranno errori, e questo in considerazione del fatto che i tempi di lavoro del MEF in odrine alle variazioni stipendiali sono doppi rispetto a quelli del sistema BDUS.  La normalizzazione delle buste paga dovrebbe avvenire a marzo, così almeno ci è stato detto, ma, dopo tutto quello che è successo, aspettiamo i fatti prima di cantar vittoria.

Certo è che se i problemi dovessero ripresentarsi anche nelle buste paga di marzo o nel frattempo dovessero emergere altri problemi rilevanti,  occorrerà una seria riflessione su quanto successo, che non sarebbe dovuto in nessun modo accadere,  anche perché non appare degno di Amministrazioni Pubbliche che gestiscono in modo così avventuroso la fonte primaria di sostentamento di lavoratori che vivono di solo stipendio, e peraltro anche modesto. Siamo sempre più convinti, lo abbiamo detto sin dal primo momento, che  il transito della gestione stipendiale al MEF del personale civile dell’area operativa sia stata una scelta profondamente sbagliata, che è poi stata gestita in modo ancor più sbagliato.  Certo, le colpe di questa gestione sbagliata ricadono quasi tutte sul MEF e sul suo sistema di gestione degli stipendi; ma l’Amministrazione Difesa ha comunque le sue responsabilità, intanto nell’aver scelto questa strada, pur potendolo non fare e  con l’aggravante che l’ha scelta solo per noi civili,  e in secondo luogo per non essere riuscita ad imporre al MEF soluzioni diverse e radicali. Ma avremo modo di ritornare sull’argomento.

Inviamo questo Notiziario con un certo ritardo rispetto ai tempi abituali di diffusione delle nostre informative sulle riunioni nazionali, e di questo chiediamo scusa ai colleghi. Ma siamo rimasti tutto il giorno ad attendere una nota esplicativa  sullo stato attuale dei problemi, un punto di situazione,   che SMD si era impegnato a inviare rapidissimamente e che, a distanza di 24 ore, non ci è ancora pervenuta. La invieremo quando ci arriverà. 

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1: Circolare SMD n. 11680 del 15.02.2013 su cedolino unico

Allegato 2: 19-02-2013 – nota di SMD – punto di situazione problematiche cedolino unico (pervenuta in data 21.02.2013)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *