Ancora tanti errori nei cedolini stipendiali di marzo. Adesso è davvero troppo! Occorrono soluzioni urgenti e radicali

Notiziario n. 32 del 15 marzo 2013 –

imagesIn queste ultime ore, siamo stati letteralmente sommersi di email, fax e comunicazioni varie da parte di tantissimi colleghi che hanno scoperto che i cedolini di marzo  non contenevano le regolarizzazioni che avevamo preannunciato nei nostri Notiziari, e con noi anche le altre sigle sindacali, a seguito degli incontri tecnici avvenuti con SMD, l’ultimo dei quali in data 29 u.s.

Innanzitutto cominciamo con il dire che quanto da noi riferito circa la preannunciata regolarizzazione nei cedolini di marzo non era certo frutto della nostra immaginazione, ma rispondeva, quasi alla lettera, alle affermazioni venute in riunione dal Capo del 1° Reparto.  Che cosi fosse, vi è una indiretta riprova da una nota dell’Agenzia Industrie Difesa che pubblichiamo sul nostro sito web, che, in data 27 febbraio u.s., informava i propri Enti che “lo Stato Maggiore Difesa ha fornito assicurazioni che con l’emissione del cedolino del mese di marzo saranno normalizzate tutte le situazioni individuali riferibili a stipendio, assegni familiari, prestiti, recupero crediti, etc….” . E’ proprio quello  che FLP DIFESA aveva preannunciato e scritto nei più recenti Notiziari sull’argomento (nn. 23 e 29/2013).

E, invece, bruttissima sorpresa, così non è stato, e i cedolini di marzo, allo stato visibili on line solo negli importi che si presentano purtroppo ancora ridotti rispetto al dovuto,  hanno riproposto i problemi delle due mensilità precedenti (mancanza di assegni familiari, detrazioni fiscali, etc.), in alcuni casi addirittura aggravati, ivi compreso la permanenza di attivazioni non autorizzate RID a favore del MEF!

Ovviamente, ci siamo immediatamente attivati presso SMD, che ha confermato che la mancata regolarizzazione, e dunque la permanenza di errori nei cedolini di marzo, interesserebbe circa 2000 lavoratori, che non hanno ricevuto a marzo né quanto correttamente dovuto per questo mese né le somme a saldo relativamente agli  importi non corrisposti a febbraio. SMD ha naturalmente  inputato il problema al tuttora non corretto allineamento del sistema NoiPA al sistema BDUS Difesa, che però dovrebbe interessare un numero più ridotto di lavoratori.  In ogni caso, per questi colleghi i cui cedolini riportano somme inferiori al dovuto, SMD ci ha assicurato che verrà emesso da NoiPA un secondo cedolino a saldo delle somme mancanti sia con riferimento a febbraio che a marzo,  che dovrebbe essere visibile on line a giorni e i cui importi dovrebbero essere accreditati entro il 24 p.v. . SMD ha inoltre  precisato che, a seguito del problema intervenuto,  la regolarizzazione dovrebbe avvenire con i cedolini di aprile.

Questo è quanto abbiamo appreso da SMD.  Naturalmente, stante quanto accaduto sino ad oggi, attendiamo le necessarie verifiche nei prossimi giorni. Pur tuttavia, non possiamo però far finta di nulla e rimandare di mese in mese la risoluzione dei problemi:  cominciamo a pensare che questo sistema NoiPA abbia problemi veri  nell’allineamento alle nostre buste paga, e che dunque sia venuto il tempo dei decisioni forti. Per questo motivo, abbiamo immediatamente scritto al Sottosegretario Magri chiedendo un incontro urgentissimo, dal quale ci attendiamo impegni precisi e risolutivi da parte del Vertice politico.  Mercoledì prossimo è stata convocata la riunione conclusiva sul riordino della Sanità, cosa che, com’è noto,  sta molto a cuore al Ministro: ebbene, abbiamo chiesto che la trattazione di questo punto venga anticipata dalla discussione sulle “problematiche cedolino”, che stanno invece molto a più a cuore ai lavoratori e alle loro tasche, e dalla quale ci aspettiamo impegni, lo ripetiamo, risolutivi.  Ove così non fosse,  porremo in essere le più idonee azioni, sperabilmente anche unitariamente alle altre OO.SS..

Nell’attesa, invitiamo tutte le nostre strutture a promuovere, unitariamente alle altre sigle sindacali interessate e alle RSU, iniziative di denuncia e di protesta in loco, informandone anche i media.

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1 : Nota AID del 27.02.2013 su cedolino unico

Allegato 2: Lettera al Sottosegretario con richiesta incontro urgentissimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *