SMD assicura per marzo la piena regolarizzazione dei cedolini del personale civile dell’area operativa

Notiziario n. 29 del 6 marzo 2013 –

cedolino-unico-01Terza riunione tecnica, ieri pomeriggio, tra Stato Maggiore Difesa e OO.SS. nazionali, finalizzata a fare il punto di situazione  sullo stato attuale delle  problematiche innescate dal transito al sistema NoiPA del MEF della gestione degli stipendi del personale civile dell’ area tecnico-operativa.  La riunione, a tavoli uniti, è stata presieduta ancora una volta dal Capo del 1° Reparto, gen. Franco Marsiglia.

Diciamo subito che è venuta da SMD la conferma che le buste paga di marzo non dovrebbero più contenere gli errori, a volte davvero macroscopici,  che si sono registrati negli stipendi di gennaio e di febbraio e che hanno dato luogo, in alcuni casi a corresponsione di somme in eccesso e in altri casi di somme in difetto.  Abbiamo già informato i colleghi sul motivo per il quale nelle buste paga di febbraio si sono riprodotti gli errori di quelle di gennaio: rispetto al sistema BDUS (Banca Dati Unica Stipendiale) della Difesa, che aveva tempi di lavorazione notevolmente più ridotti, le variazioni stipendiali inviate al sistema NoiPA non oltre il 23 del mese compaiono  solo nelle buste paga del mese successivo. Nel concreto, le variazioni operate dalla BDUS a rettifica degli errori dei cedolini di gennaio sono state inviate al sistema NoiPA il 21 di feb. u.s. (e dunque a cedolini di febbraio già pubblicati),  e pertanto  dette variazioni verranno recepite nei cedolini di marzo.  Qui sta uno dei limiti strutturali del sistema NoipA rispetto a quello BDUS: la Difesa era in condizione di modificare le busta paga del mese recependo tutte le variazioni intervenute entro il 10 dello stesso mese, il sistema NoiPA ha invece tempi di lavorazione  di fatto doppi. E questa appare una condizione allo stato praticamente  immodificabile.

Occorre però precisare, a tal proposito, che la verifica effettiva in merito all’annunciata regolarizzazione a  marzo delle buste paga potrà essere fatta solo a cedolini già pubblicati e visibili, atteso che il MEF continua a dire no alla reiterata richiesta della Difesa di poter avere i flussi di ritorno delle buste paga allo scopo di operare una utilissima verifica preventiva.  Per questo, la verifica non potrà che essere successiva alla pubblicazione e visibilità dei cedolini di marzo,  e i colleghi che dovessero individuare errori nella propria busta paga dovranno immediatamente informare il proprio Ufficio Amministrativo, che ne dovrà dare  tempestiva comunicazione alla Sezione di Forza Armata  già operante presso la BDUS.

FLP DIFESA ha preso atto delle comunicazioni del gen. Marsiglia e, nel ribadire le proprie valutazioni critiche nel merito e nel metodo di questa vicenda, già espresse nelle due precedenti riunioni e  anche sul tavolo politico,  ha dichiarato che l’eventuale riproporsi nelle buste paga di marzo della situazione registrata nei due precedenti mesi,  sarebbe assolutamente intollerabile e ci costringerebbe ad avviare iniziative di tutela, in sede politica e anche di carattere legale, perché i lavoratori hanno già pagato parecchio per questa situazione  e sarebbe  dunque ora di chiamare a risponderne i responsabili. Una posizione condivisa da tutte le OO.SS. presenti, e per questo estremamente significativa.

In sede di riunione, sono stati segnalati all’Amministrazione alcune situazioni di perdurante criticità che interessano non pochi colleghi.   In primo luogo, alcuni lavoratori ci hanno fatto presente di avere verificato l’esistenza di RID (Rapporto Interbancario Diretto, un servizio di incasso crediti) a beneficio del MEF che però non è sostenuto dal conferimento a monte di alcuna autorizzazione, cosa molto grave su cui SMD si è impegnato a una immediata verifica;   in secondo, è stato segnalato la perdurante impossibilità da parte dei lavoratori di accedere al c.d. “piccolo prestito”, per mancanza del codice INPDAP di accesso e spesso anche per l’impossibilità attuale di ottenere  la certificazione stipendiale.
Al riguardo, SMD opererà le giuste verifiche, e ci informerà nella prossima riunione fissata per il 25 p.v.

(Giancarlo Pittelli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *