Programmazione triennale 2013-2015 del fabbisogno di personale civile per la Difesa

Notiziario n. 93 del 27 agosto 2013 –

Giampiero D'Alia, Ministro per la P.A.

Giampiero D’Alia, Ministro per la P.A.

Qualche giorno fa, è stato pubblicato sul sito di Persociv l’Atto di programmazione triennale 2013-2015 del fabbisogno di personale”, redatto  in ottemperanza alla disposizione contenuta nell’ art. 39, comma 1, della legge 27.12.1997, n. 448 (legge finanziaria 1998).

Prima di entrare nel merito del documento elaborato da Persociv, proviamo a delineare il quadro di situazione attuale sul fronte delle assunzioni dei vincitori di concorsi pubblici per la Difesa.   In relazione ai vincoli posti dalla legge (limite max 20% spesa  e 20% unità cessate anno precedente),  Persociv già nel corso del 2012 aveva inoltrato alla F.P. la richiesta di autorizzazione ad assumere le seguenti unità:  n. 175  per l’area 3^,  e dunque nel numero esatto di carenze nell’area evidenziate alla data del 31.10.2012  all’atto della rideterminazione delle dotazioni organiche (poi recepite con DPCM 22.01.2013, si veda il Notiziario n. 40 del 3.04.2013)  avvenuta a seguito dei tagli imposti dal D.L. 95/2012, assunzioni tutte possibili a fronte di carenze d’area;  n. 7 ripartite  tra Dirigenti, Professori, Vittime del terrorismo, e altri;  e infine, n. 24 per l’area 2^ (assistenti tecnici), la cui assunzione però appariva impraticabile  in ragione dell’esubero presente nell’area a seguito della rideterminazione degli organici imposta dal DL 95,  condizione questa che permarrà  sin a quando non si darà corso ai pensionamenti previsti dallo stesso DL 95 con regole ante  Fornero,  in merito ai quali, dopo mesi e mesi di attesa, la F.P.  ha emanato in data 29 luglio 2013 la circolare n. 3 recante indirizzi e criteri (si veda il nostro Notiziario n. 88 del 5.08.2013).

A fronte di questo quadro di situazione, l’Atto di programmazione triennale 2013-2015, qui allegato, prevede: per il 2013 l’ingresso di n. 3 dirigenti di II fascia, di 3 professori e di tutte le 175 unità di area 3^(vincitori di concorso); per il 2014, n. 4 dirigenti di II fascia e 1 professore, con zero ingressi nelle aree funzionali (solo n. 10 da mobilità); infine, per il 2015, n. 126 ingressi, tutti di area 2^.

Al riguardo, dobbiamo però registrare una importante novità:  il Consiglio dei Ministri del 26 agosto u.s. ha approvato un decreto legge (DL)  che contiene norme che “razionalizzano e semplificano le assunzioni e la mobilità volontaria all’interno delle pubbliche amministrazioni”  e che, a proposito delle disposizioni recate dal DL 95,  subordinano il margine di assunzione da parte delle PP.AA. “al congelamento di posti corrispondenti al valore finanziario delle posizioni soprannumerarie che saranno assorbite mediante prepensionamento”. Inoltre, “l’autorizzazione ad assumere viene valutata dal Dipartimento della F.P. e dal M.E.F.  previa presentazione di un piano di assorbimento delle eccedenze”.  Infine, “viene spostato al 31 dicembre 2015 (invece che al 31 dicembre 2014) il termine previsto per la maturazione dei requisiti pensionistici in base alla disciplina vigente prima dell’entrata in vigore dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, per assorbire le eccedenze in alternativa alle procedure di mobilità del personale, in modo da rendere le disposizioni coerenti con lo slittamento delle procedure di “spending review”  (si legga lo stralcio allegato del “Comunicato stampa” del 26 u.s.).

A questo punto, sembrerebbe che l’Atto di programmazione triennale 2013-2015 del fabbisogno di personale, che reca la data del 1 agosto 2013, dovrà molto molto probabilmente essere rivisto alla luce delle disposizioni contenute nel DL adottato dal CdM il 26 u.s., il cui testo, allo stato, non è ancora noto né pubblicato in G.U. Il punto di maggior interesse per la Difesa riguarda proprio le 175 unità di area 3^, rispetto alle quali occorrerà verificare se l’A.D. potrà procedere da subito alle relative assunzioni o se le stesse verranno comunque subordinate all’uscita dall’attuale condizione soprannumeraria dell’area 2^, che presenta oneri finanziari superiori alle stesse carenze di 3^ Area.

A proposito di mobilità, pubblichiamo di seguito   l’avviso di mobilità per il Ministero della Giustizia.

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1: Atto di programmazione 2013-2015 di fabbisogno di pers. civile

Allegato 2: Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 26.08.2013

Allegato 3: Avviso di mobilità verso Ministero Giustizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *